fiori

IL CICLAMINO

Il ciclamino è un fiore spontaneo dalle tinte accese tipico delle nostre alture. Rifugge gli ambienti luminosi, preferendo boschi ombreggiati, come le faggete. Un tempo fioriva copioso, ma negli ultimi decenni è andato incontro ad un drastico declino, tant’è che ne è vietata la raccolta.

Continue reading

Annunci
mammiferi

LO SCOIATTOLO

Lo scoiattolo (Sciurus vulgaris) è un piccolo roditore autoctono dell’Europa. È uno dei mammiferi più conosciuti e amati, in particolare dai più piccoli. Non mi dilungherò in noiose descrizioni della specie ma lascierò parlare le immagini, nelle quali si possono osservare degli scoiattoli impegnati in momenti tipici della loro giornata, tra cui cercare cibo e nutrirsi.

Continue reading

uccelli

IL GABBIANO

I gabbiani comuni (Larus ridibundus) sono soggetti fotografici abbastanza facili da reperire. Sono abbondanti sulle rive di laghi e fiumi. Solitamente si trovano in grossi gruppi, impegnati nella ricerca di cibo. Si nutrono di pesci, piccoli invertebrati, residui vegetali, e chi più ne ha più ne metta.

Continue reading

insetti

LE ASTUTE COLORAZIONI DEI SIRFIDI

I sirfidi sono insetti appartenenti al gruppo dei ditteri, del quale fanno parte anche le mosche. Essi svolgono l’importante funzione di impollinatori ed è molto facile avvistarli nei pressi di fiori. Ho deciso di postare alcune fotografie di questi piccoli insetti perchè sono stato attratto dalle colorazioni accese del loro corpo.

Continue reading

uccelli

GLI UCCELLI DELLA VALLE ENGADINA

Nel cantone svizzero dei Grigioni, a pochi kilometri dal confine italiano, c’è una piccola valle molto conosciuta dagli amanti di fotografia naturalistica. Situata a due passi dalla mondana St. Moritz, la valle Engadina conserva un grande fascino naturale. I fitti boschi di conifere, le imponenti montagne innevate e i freddi corsi d’acqua alpini regnano incontrastati.

Continue reading

anfibi

LA SALAMANDRA PEZZATA

Ai piedi del versante orientale del monte Maddalena c’è una piccola valletta chiusa, isolata, poco frequentata, forse per l’intricata vegetazione e il folto sottobosco, forse per la poca luce e l’alto tasso di umidità, forse perchè il sentiero è ormai coperto da piante spinose e rampicanti.

Continue reading